giovedì 8 dicembre 2011

In Vino Vernidas

Las palpebras de Dios
In secula seculorum,
En el dia de los cojones
Radament docet.
Tu eres el Diablo!
Ipso facto columbo oreo,
Me cago en tu madre puta.
Errare umanum est,
Mira el dito, c(h)orazon de burro.
Perseverare Ovest
E nos vamos a la fiesta!
In vino vernidas,
Me muero senza soffrir.

7 commenti:

  1. Continui a fare errori del cazzo in spagnolo :D

    RispondiElimina
  2. Ma perchè, secondo te lo conosco lo spagnolo? XD

    RispondiElimina
  3. Ecco finalmente una cosa giusta e certa.
    Il problema è che non capisco allora se volevi dare un senso a quelle parole o lasciarle lì tanto per condire il tutto...

    RispondiElimina
  4. Diciamo che un senso c'è, eccome!
    Però può risultare confuso tra il latino maccheronico e lo spagnolo che non conosco XD

    RispondiElimina
  5. Ah, ok, tutto a posto...



    @_@ Mboh!

    RispondiElimina
  6. Ma vaffanculo erasmus di merda...

    RispondiElimina
  7. A pensarci prima sta poesia l'avrei chiamata proprio così :D

    RispondiElimina